ecommerce

Vuoi creare un e-commerce che vende DAVVERO? Stai attento all’usabilità del sito web e all’ottimizzazione della campagna AdWords/Shopping.

ecommerce

 

Con l’esplosione del web moltissime aziende hanno cominciato a vendere i loro prodotti e servizi anche online. Ad oggi internet è diventato uno dei principali strumenti di promozione per ciascuna azienda, nonché uno dei canali migliori per centrare risultati commerciali che abbiano un certo peso sul fatturato.

Tuttavia, il nodo principale resta quello di realizzare uno shopping online con ROI positivo, ovvero che funzioni bene e che venda quanto e più delle stime effettuate. Ma quali sono le strategie fondamentali per affermarsi sul mercato?

Innanzitutto, sarà opportuno delineare una strategia di vendita che risulti efficace, quindi puntare decisamente sui benefici offerti da ciascuno dei prodotti e servizi messi a disposizione dell’utenza.

Le schede recanti le caratteristiche del prodotto annoiano e non vendono; i benefici, invece, attirano l'attenzione del lettore e aiutano ad aumentare le conversioni.

Fatto ciò, sarà opportuno intercettare i propri clienti concentrandosi sulle esigenze e sui gusti di uno specifico target di riferimento. Ciascun prodotto e servizio dovrà essere corredato da foto di elevata qualità, in grado di persuadere l’acquirente: la qualità delle immagini spesso finisce per coincidere con il numero delle vendite. E qualora parlassimo di usabilità di un sito aziendale?

La fruibilità di un portale è fondamentale nell’invogliare i lettori ad andare avanti nella navigazione e nell’acquistare un servizio. Quindi, per non vedere più carrelli abbandonati e frequenze di rimbalzo esagerate, sarà opportuno rivolgersi ad un esperto del settore e cercare di migliorare l’usabilità del sito, rendendolo perfettamente navigabile anche attraverso i dispositivi mobili.

Fare un acquisto sul web deve essere un’operazione quanto più semplice e rapida possibile: un e-commerce farraginoso, le cui pagine impegnano troppo tempo a caricare e le cui procedure risultano troppo complicate, riuscirà soltanto a far fuggire i visitatori dal portale.

Per evitare tutto ciò è fondamentale realizzare un portale dotato di un’architettura semplice e lineare e che presenti passaggi estremamente intuitivi. Infine, per vendere sarà importante attirare i visitatori sul proprio sito.

Come? È molto semplice, attraverso i contenuti e la pubblicità. Per convincere un utente a fare un acquisto sarà necessario offrirgli contenuti di qualità che contengano consigli utili a risolvere eventuali problemi. I contenuti di qualità, inoltre, costituiscono lo strumento più efficace per far emergere un sito dall’anonimato, permettendogli di scalare le classifiche di gradimento sui motori di ricerca.

Ad oggi, infatti, il content marketing resta l’arma migliore a disposizione di coloro che si occupano di strategie SEO. La pubblicità, invece, verte sempre più sulle sponsorizzazioni attraverso il pay-per-click (Facebook Ads e Google Adwords sono gli esempi più noti) che costituiscono l’altro metodo utile ad intercettare potenziali clienti in maniera rapida e sicura.

Il pay-per-click permette al sito sponsorizzato di aggirare la lunga trafila necessaria a migliorare il proprio posizionamento e di comparire immediatamente ai primi posti in graduatoria.

Come sfruttare a pieno il servizio fornito da Google Adwords?

Google Adwords è una piattaforma di digital marketing realizzata dal sistema operativo più diffuso al mondo, che in poche ore può aiutare un sito ad arrivare fra i primi risultati mostrati da Google. Ma di cosa si tratta veramente?

Adwords non è altro che un servizio che realizza inserzioni in grado di incrementare esponenzialmente la visibilità di un sito anche quando si ha a disposizione un budget molto limitato.

Google Adwords si sta diffondendo a macchia d’olio grazie ad alcune caratteristiche quali la sua estrema versatilità, le possibilità di personalizzare il proprio annuncio, la trasparenza e soprattutto la spesa irrisoria che comporta il suo utilizzo. Adwords, inoltre, è un mezzo particolarmente intuitivo e continuamente migliorato dai suoi sviluppatori, anche se abbastanza complesso da gestire.

Ottimizzare le funzioni di cui è dotato, infatti, può rivelarsi piuttosto complicato. Ma vediamo come muovere i primi passi nell’universo del pay-per-click e della pubblicità online.

Impostare una strategia pubblicitaria efficace

Prima di iniziare è necessario farsi qualche domanda circa gli obiettivi da perseguire, gli aspetti del prodotto o del servizio che conviene mettere in evidenza e il target di riferimento cui destinare la pubblicità.

È importante sapere, infatti, che Google è capace di mostrare gli annunci a chi effettua una ricerca ben definita, oppure di associare la pubblicità ad altri portali che si occupano di tematiche pertinenti a quanto viene sponsorizzato. Non è tutto.

Google Adwords consente persino di localizzare l’offerta dal punto di vista geografico, destinando ciascun annuncio soltanto a chi ha effettuato una determinata ricerca che ha a che fare con una regione, una provincia o una città specifica. Ricordare tali assunti è fondamentale, al fine di non disperdere troppe energie in pubblicità formulate in maniera errata o dispersiva e che, pertanto, non riescono ad arrivare al pubblico di riferimento.

Un altro step da curare alla perfezione è quello relativo alla scelta delle parole chiave, che dovranno essere aderenti alla strategia pubblicitaria adottata. Prima di utilizzare le keywords, tuttavia, sarà opportuno verificare che le ricerche relative a quelle determinate parole chiave risultino abbastanza utilizzate da poter arrivare ad un numero sufficientemente elevato di persone. L’efficacia di un annuncio passa anche attraverso l’individuazione delle migliori parole chiave fra quelle disponibili.

Scrivere l’annuncio

Google Adwords permette di scrivere messaggi di dimensioni molto contenute, allo scopo di incrementare l’impatto e l’immediatezza dell’annuncio. Per sfruttare al meglio tali caratteristiche sarà necessario scegliere di volta in volta le parole più indicate e costruire un testo breve ma ricco di informazioni.

Per ottenere il massimo dalle sponsorizzazioni di Adwords, gli stessi sviluppatori della piattaforma di advertising offrono una serie di consigli utili, quali la specificità dei termini utilizzati, la pertinenza del testo al prodotto, l’uso di brevi descrizioni che illustrino le specifiche del prodotto e l’uso di una call to action finale.

Inaugurare la propria campagna pubblicitaria con Google Adwords

Dopo aver realizzato tutti i propri annunci, l’utente che ha scelto di avvalersi del servizio è chiamato ad agganciare ciascun messaggio pubblicitario ad una ricerca specifica. Oltre a questo, è possibile anche selezionare i momenti della giornata durante i quali mostrare determinati annunci, piuttosto che le aree geografiche nelle quali condividere i propri messaggi e le tipologie di dispositivi da raggiungere.

Infine, sarà altrettanto importante tenere sotto controllo tutte le statistiche di Google Adwords, allo scopo di individuare eventuali falle nella strategia impostata e redistribuire gli sforzi profusi in maniera più efficace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...